Radice di Zenzero

17/10/2020 Non attivi di Redazione

a cura della dott.ssa Francesca Vita – dottoressa in scienze biologiche molecolari –  biologa nutrizionista

Radice di Zenzero

“Radice dal sapore piccante, aromatico dal potere medicamentoso”

La radice dello zenzero (Zingiber officinale Rosco), è una pianta officinale che trova origini nei paesi tropicali.

I maggiori produttori al mondo sono la Cina e l’India, da non sottovalutare anche lo zenzero coltivato in Giamaica che risulta di ottima qualità e per questo acquistato dall’Europa.

Lo zenzero trova largo impiego in cucina come spezia, come aromatizzante o in medicina naturale come rimedio per alleviare i sintomi gastrointestinali e cardiaci, per limitare i processi infiammatori che intervengono in alcune affezioni stagionali.

Si trova in commercio sottoforma di radice fresca oppure essiccata, in polvere dopo processo di macinatura, come zucchero naturale che viene estratto dalla sua radice (zenzero candito) oppure come forma di estratto. L’uso dello zenzero prevede un dosaggio medico dai 500mg ai 1000 mg al giorno ma non esiste una specifica dose.

“Proprietà dello zenzero” 

Le numerose proprietà dello zenzero sono da ricondurre ai principi attivi presenti nella radice e nello specifico a livello dei gingeroli, delle resine e delle mucillagini.

In origine l’Estremo Oriente utilizzava la radice di zenzero per il trattamento delle osteoartriti, dell’influenza, come stimolante del cuore e come protettivo della mucosa gastrica.

Le proprietà antiinfiammatorie dello zenzero insieme alle proprietà digestive, fanno di questo uno dei più efficaci rimedi antinausea e antivertigine.

Il processo d’azione dello zenzero è mirato alle pareti dello stomaco e dell’intestino, inoltre è possibile affermare che lo zenzero migliorando il processo di digestione, aiuta a contrastare la fermentazione batterica e l’accumulo di tossine risolvendo quindi anche il fastidioso problema dell’alitosi. Forte importanza ha acquistato negli ultimi anni anche l’olio di zenzero impiegato come:

  • Tonificante
  • Antinausea
  • Antidolorifico
  • Digestivo
  • Antivirale
  • Afrodisiaco 

I valori nutrizionali per 100 g di zenzero sono 1,82 g di Proteine, 17,8 g di Carboidrati, 1,7 g di Zuccheri, 0,75g di Grassi (0 g di colesterolo), 2g di Fibra alimentare e 13g di Sodio, il tutto per un valore energetico di 80 kcal.

“Controindicazioni dello zenzero”

Lo zenzero solitamente viene ben tollerato da quasi tutti gli individui ma esistono alcune eccezioni dove è necessario il consulto medico prima di qualsiasi tipo di assunzione.

Le condizioni in cui è necessario chiedere un consulto medico prima dell’assunzione, sono la gravidanza e l’allattamento dove ogni tipo d’integratore oppure medicina naturale va assunta solo in caso di carenza e quindi va intesa come supporto nutrizionale. L’assunzione di farmaci antiinfiammatori o/e antiaggreganti e anticoagulanti (coumadin, cardioaspirina, triatec) non prevede l’associazione e l’uso dello zenzero che a causa delle sue proprietà fluidificanti potrebbero causare gravi problemi alla salute.

In caso di allergia ad una o più componenti è assolutamente vietata l’assunzione dello zenzero. Un‘eventuale assunzione cronica e massiva di zenzero può provocare l’insorgenza di gastrite e ulcere (si consiglia quindi dosi limitate e per brevi periodi).